SIAMO IN PIENO REGIME

3143577951_5c6a8c39bd.jpg

L’attacco finale  alla democrazia è iniziato! Berlusconi e i suoi sferrano il colpo  definitivo alla libertà della rete internet per metterla sotto  controllo. Ieri nel voto finale al Senato che ha approvato il  cosiddetto pacchetto sicurezza (disegno di legge 733), tra gli altri  provvedimenti scellerati come l’obbligo di denuncia per i medici dei pazienti che sono immigrati clandestini e la schedatura dei senta tetto, con un  emendamento del senatore Gianpiero D’Alia (UDC), è stato introdotto l‘articolo 50-bis, “Repressione  di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo  internet“. Il testo la prossima settimana approderà alla Camera. E nel testo approdato alla Camera l’articolo è diventato il nr. 60.

Anche se  il senatore Gianpiero D’Alia (UDC) non fa parte della maggioranza al Governo,  questo la dice lunga sulla trasversalità del disegno liberticida della “Casta”  che non vuole scollarsi dal potere.

In pratica se un qualunque  cittadino che magari scrive un blog dovesse invitare a disobbedire a una legge  che ritiene ingiusta, i provider dovranno bloccarlo. Questo provvedimento può  obbligare i provider a oscurare un sito ovunque si trovi, anche se all’estero.  Il Ministro dell’interno, in seguito a comunicazione dell’autorità  giudiziaria, può disporre con proprio decreto l’interruzione della attività  del blogger, ordinando ai fornitori di connettività alla rete internet di  utilizzare gli appositi strumenti di filtraggio necessari a tal fine.  L’attività di filtraggio imposta dovrebbe avvenire entro il termine di 24 ore.  La violazione di tale obbligo comporta una sanzione amministrativa pecuniaria  da euro 50.000 a euro 250.000 per i provider e il carcere per i blogger da 1 a  5 anni per l’istigazione a delinquere e per l’apologia di reato, da 6 mesi a 5  anni per l’istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico o  all’odio fra le classi sociali. Immaginate come potrebbero essere ripuliti i  motori di ricerca da tutti i link scomodi per la Casta con questa legge?

Si stanno dotando delle  armi per bloccare in Italia Facebook, Youtube, il blog di Beppe Grillo e tutta  l’informazione libera che viaggia in rete e che nel nostro Paese è ormai  l’unica fonte informativa non censurata. Vi ricordo che il nostro è  l’unico Paese al mondo, dove una media company, Mediaset, ha chiesto 500 milioni di risarcimento a YouTube. Vi rendete conto? Quindi il Governo  interviene per l’ennesima volta, in una materia che vede un’impresa del  presidente del Consiglio in conflitto giudiziario e d’interessi.

Dopo  la proposta di legge Cassinelli e l’istituzione di una commissione contro la  pirateria digitale e multimediale che tra poco meno di 60 giorni dovrà presentare al Parlamento un testo di legge su questa materia, questo emendamento al “pacchetto sicurezza” di fatto rende esplicito il progetto del Governo di “normalizzare” il fenomeno che intorno ad internet sta facendo crescere un sistema di relazioni e informazioni sempre più capillari che non  si riesce a dominare.

Obama ha vinto le elezioni grazie ad internet?  Chi non può farlo pensa bene di censurarlo e di far diventare l’Italia come la Cina e la Birmania.

Oggi gli unici media che hanno fatto rimbalzare  questa notizia sono stati Beppe Grillo dalle colonne del suo blog e la rivista  specializzata Punto Informatico (http://punto-informatico.it/ <mhtml:{1644D729-F080-4398-9C39-FD2C83A6A25B}mid://00000186/!x-usc:http://punto-informatico.it/> <http://punto-informatico.it/ <mhtml:{1644D729-F080-4398-9C39-FD2C83A6A25B}mid://00000186/!x-usc:http://punto-informatico.it/> >). Fate girare  questa notizia il più possibile. E’ ora di svegliare le coscienze addormentate degli italiani. E’ in gioco davvero la democrazia!

SIAMO IN PIENO REGIMEultima modifica: 2009-06-03T10:37:11+00:00da adrianoforgione
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “SIAMO IN PIENO REGIME

  1. Seguendo tutti i blog liberi ero a conoscenza di questa porcheria, vogliono a tutti i costi evitare che gli spifferi dei blog diventino correnti d’aria disposte a spazzare via il loro tanfo insopportabile. Il piano è completato dall’inesorabile arretramento culturale dei programmi televisivi, che sulle reti in chiaro è ormai a livelli indefinibili. Solo alcune nicchie del satellitare si salvano trasmettendo anche un pò di cultura. Come si sa infatti alla base di ogni dittatura c’è l’ignoranza della gente, Cesare diceva Divide et Impera oggi invece non occorre dividere basta favorire l’ignoranza e di conseguenza la paura per avere in mano un paese.

  2. non me ne starò con le mani in mano, andrò su tutti i video + visti di youtube ed inciterò la gente ad informarsi.tipo quelli di “uomini e donne” che dopo 1 giorno hanno 45000 visualizzani.credo che questa presa di posizione alla fine si ritorcerà contro, non si può legare internet, spero che la gente reagisca.

  3. sono d’accordo sul fatto che una legge del genere potrebbe, se applicata male, essere liberticida.tuttavia se un blogger invita a disobbedire una legge e soprattutto se da questo incitamento derivassero comportamenti violenti non ci vedrei nulla di strano nell’oscurare il blog.non mi sembrerebbe lesivo della libertà d’espressione!in rete esistono autentici pazzoidi, non dimentichiamolo.Ovvio che l’oscuramento di un blog che si limitasse solo ad una forte critica anche istituzionale sarebbe ingiusto, ma l’incitazione a delinquere va sempre fermata.Con la solita stimaEmanuele

  4. francamente se il blog istigasse a delinquere non ci vedrei nulla di anomalo nel chiuderlo..un conto è la sana critica, anche feroce, alle istituzioni ed alle sue leggi, un altro è l’istigazione a violare una legge dalla quale peraltro, potrebbero derivare comportamenti violenti in tal caso sì lesivi della libertà altrui!è ovvio che qualora fosse oscurato un sito fortemente critico ma non violento si creerebbe una grossa ingiustizia.ma ricordiamoci che in rete esistono pazzoidi che devono essere volenti o nolenti monitorati.sempre con stima emanuele

  5. Ragazzi, questa notizia è FALSA,o perlomeno, SUPERATA, e voi state pure a commentarla indignandovi senza neppure preoccuparvi di verificare se sia vera o meno!L’articolo 60 del DDL in questioe, e quindi l’intero amendamento D’Alia è stato ABROGATO totalmente. Per cui tutta questa sarabanda che state facendo è inutile e ridicola. Bellissimo Matteo che qui sopra scrive che “non se ne starà con le mani in mano, ma INCITERO’ LA GENTE AD INFORMARSI!”. Ma sant’Iddio impara ad informarti tu per primo! :-))Faccio notare che la notizia dell’abrogazione totale della norma D’Alia è del 29 aprile (ripeto 29 aprile), mentre questo informatissimo post è del 3 giugno!!!. Complimentoni!Chi desiderasse verificare può semplicemente cliccare sui link sottostantihttp://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=2&ID_articolo=857&ID_sezione=&sezionehttp://robertocassinelli.blogspot.com/Qui sotto invece il link all’emendamento Cassinelli che abroga l’emendamento D’Alia:http://www.robertocassinelli.it/eme2180.pdfPer il futuro i seguenti consiglia) al gestore del blog: non pubblichi le mail che riceve come Catene di S.Antonio, senza prima verificarleb) ai frequentatori: smettete di prendere per ora colato ogni cosa che leggete, soprattutto quic) qualcuno averta Plato che ha pubblicato la stessa notizia falsa

  6. e’ VERO’ L’ATTACCO AD INTERNET NON E’ PASSATO MA E’ ANCHE VERO CHE C’E’E STATO E TUTTO ERA PRONTO! e la notizia non e’ falsa e’ solo in ritardo !!!! Va dato merito a Peppe grillo di averci messo la faccia ed aver dato inzio alla cmapagna bipartisan contro la libertà di espressione. Il resto e’ la solita zolfa: con la scusa della sicurezza/ ordine/legalità si attacca la possibilità di sfuggire “alla programmazione mediatiatica ed al relativo pensiero unico”. Un esempio per tutti : Le torri gemelle! L’attacco alle torre e’ stato piu utile al potere che qualsiasi altra cosa: sono passate leggi infami da medievo (come la legalizzazione della tortura).Ne vogliamo parlare , poi, della sicurezza in italia? sono 10 anni che i reati diminuiscono ma i media questo non lo dicono e si e’ arrivati a legalizzare le ronde! tempi di cacca all’orizzonte ! ed il lavaggio di cervello produce i suoi effetti ! che centra che la notizia e’ vecchia? o che la legge non sia passata ! e’ una porcata che prima o poi ripresenteranno…..con altre migliori scuse, ovviamente …magari un attentato cibernetico ad una cenytrale nucleare. Daltronte chi parla dei presunti terroristi islamici arrestati che progettavano attentati in italia e che si sono rivelati dei poveracci…chi riporta queste notizie!?Mi spiace per gli omologati io sono di “un’altra pasta…”

Lascia un commento