FENIX 21 – Luglio 2010 in uscita

33429_1325021651926_1422436889_30758954_5648011_n.jpg

SOMMARIO
06 – 12    FENIX News a cura di Adriano Forgione
14 – 23    Har Karkom, il monte di Dio di Flavio Barbiero
24 – 29    Imhotep: visir, architetto e dio di Nacho Ares
30 – 31    Akasha – Libri di Conoscenza a cura di Mike Plato
32 – 38    Voci da Mu La Montagna del Popolo del Sole di Adriano Forgione
39           Mostre a cura di Silvia Agabiti Rosei
40 – 46    Antioco il Redentore di Ezio Albrile
48 – 49    Booxtore – Aggiornamento Catalogo a cura di Mike Plato
50 – 56    Il mistero dello Djed di Carlo Dorofatti
57           Abbonamenti e Arretrati
58 – 63    Italia Misteriosa – L’antica sapienza di Alatri di Silvia Agabiti Rosei
64 – 65    Kabbalah – I Misteri della Kabbalah di Massimiliano Albanese
66 – 72    Le Radici del Cielo di Antonio Bonifacio
74 – 79    Aggiornamenti – Cospirazioni a Giza di Andrew Collins
80 – 86    Reliquie per “Trenta Denari” di Lawrence M.F. Sudbury
88 – 93    Symbolica – La Montagna Sacra di Marcello Scorpioni
94 – 95    Il Vigilante – Il Fanà, il Nirvana e la Croce di Cristo a cura di Mike Plato
96 – 97    Scriba degli Dei – Il Tempio Allargato e le sue Prove Iniziatiche di Athon Veggi

I TEMI DI QUESTO NUMERO
Per secoli si è creduto che la montagna di Mosè fosse ubicata nel massiccio di Santa Caterina, ma la scoperta di Emmanuel Anati del Monte Sinai ubicato ad Har Karkom, nel deserto del Negev, ridiscute, con prove inoppugnabili l’intero percorso degli ebrei. Flavio Barbiero riassume le prove di questo fondamentale ritrovamento • È di Nacho Ares un ritratto del leggendario architetto egizio Imhotep, considerato un semidio, la cui tomba non è ancora stata trovata • Adriano Forgione, nella rubrica Voci da Mu, illustra la scoperta della mitica terra d’origine degli Aztechi, Aztlan, presso Acambaro, in Messico, da parte dell’archeologo Julio Jorge Celis Polanco • Ezio Albrile effettua un’analisi della figura di Antioco I, sovrano del mondo ellenistico e portatore di valori divini, attraverso i ritrovamenti nel sito archeologico di Nemrud Dag • Carlo Dorofatti intervista il ricercatore Antonio Mei sui misteri dello Djed, strumento dell’antico Egitto, posto anche all’interno della Grande Piramide, possibile catalizzatore di energie cosmiche • Per Italia Misteriosa, Silvia Agabiti Rosei punta i riflettori sui segreti dell’Acropoli megalitica di Alatri, attraverso un’intervista al ricercatore Ornello Tofani • In questo numero viene inaugurata la nuova rubrica Kabbalah, sui misteri di tale antica dottrina, curata da Massimiliano Albanese • Antonio Bonifacio espone l’esistenza di energie telluriche e cosmiche, che si concentrano laddove l’uomo ha costruito edifici sacri, per generare ierofanie e unioni cielo-terra • Andrew Collins, in Aggiornamenti, spiega come la cospirazione di Giza diffusa recentemente su Internet, relativa a recenti scavi notturni imputati all’attività segreta di Zahi Hawass, sia in realtà priva di fondamento • Lawrence M.F. Sudbury esamina l’importanza, per tutte le religioni, del culto delle reliquie e le sue implicazioni economiche e sociali • In Symbolica Marcello Scorpioni effettua un’analisi dei nomi di vari luoghi sacri del mondo, contenenti la radice MERU, connessi al concetto di montagna sacra • Ne Il Vigilante Mike Plato parla del sincretismo che lega le tradizioni sacre di tutte le latitudini, partendo da una fonte comune • Athon Veggi in Scriba degli Dei parla delle prove iniziatiche che l’uomo spirituale deve compiere nell’epoca moderna •

FENIX 21 – Luglio 2010 in uscitaultima modifica: 2010-07-01T18:45:28+00:00da adrianoforgione
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “FENIX 21 – Luglio 2010 in uscita

  1. Sig. Forgione, sarei interessato ad avere uno scambio di idee con lei.Io gestisco un sito , http://www.lanuovaumanita.net dove presento la traduzione di messaggi celesti e altre informazioni ad es. scientifiche.Ho letto il pezzo sulle piramidi e faccio solo questo commeno. I condotti non puntano a certe stelle, perchè l’ asse terrestre al momento della costruzione delle piramidi era diverso, la data era circa 13.000 anni fa.Tutto il bagaglio di Awass è solo politica per avere finanziamenti. La verità è da un’ altra parte.Per i cerchi nel grano. Non è la sindone , semplicemente perchè la sindone è un falso . Per puro caso lo può sembrare , ma può sembrare anche altre cose.

Lascia un commento