Presentazione gratuita del libro MELKISEDEK L’IMMORTALE il 5 giugno

Immagine-2.jpg

Presentazione gratuita del libro MELKISEDEK L’IMMORTALE il 5 giugnoultima modifica: 2012-05-29T18:22:00+00:00da adrianoforgione
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Presentazione gratuita del libro MELKISEDEK L’IMMORTALE il 5 giugno

  1. esprimo le mie perplessità sulla copertina in cui il serpente , rappresentazione simbolica della divinità in questione e motivo dell’opera , viene a soccombere per mano di una entità armata . se l’immagine serpentiforme stesse a rappresentare la “corrente astrale” e non una presenza personificata , la stessa dovrebbe servire da corollario al prode armato ad esempio attorno al collo , vedi immagini di “shiva” nella tradizione indu .anche la spada , strumento simbolico di coercizione della corrente astrale unita alla presenza delle ali , significanti la capacità motile dei corpi sottili nell’uomo , peccano di incoerenza giacchè più consoni all’uomo-dio e non ad un dio mai uomo . saluti paolo messina

  2. Ha ragione. Ma il serpente che muore può anche rappresentare la fine di un Tempo Compiuto e quindi contenitore dell’A alla Z del Corpo di resurrezione.Detto questo devo darle ragione per quanto riguarda l’immagine che non fa da ponte rituale fra l’analogia visibile e la Causa Invisibile ai sensi umani.

  3. Quest’entità armata è MICHAEL, il Capo delle Milizie Celesti, dunque la sua rappresentazione qui è assolutamente corretta. Il serpente è tenuto “Sotto controllo” e non è ucciso. La spada fiammeggiante è la kunfalini, come lo è il serpente, dunque i due poli sono qui uniti. Pertanto non comprendo il motivo di tali osservazioni, che per quanto dotte, sono inadatte. È un’immagine in linea con la Tradizione Occidentale, non Orientale, che sebbene esprima gli stessi concetti, lo fa con simbologie, in molti casi, differenti

Lascia un commento